giovedì 4 febbraio 2010

La torta dell'Araba Felice


Non è solo una torta, è un gioco, è la ricetta di una signora russa data ad una signora che vive in Arabia, una torta che starebbe bene in una favola e che la prossima volta rifarò aromatizzando la meringa con il rosmarino.

E' un dolce non troppo dolce, un divertissement di un cuore che cucina.

Nella foto ho cercato di acciuffare la stessa luce della foto dell'Araba felice: il sole che arriva da Oriente.



Torta meringata di agrumi (con le bucce) di Araba felice

Ingredienti per una teglia di 24 cm di diametro:

per la base
300 gr. di farina 00
3 tuorli
80 gr. di burro morbido
90 gr. di zucchero
mezzo cucchiaino di bicarbonato
4/5 cucchiai di acqua

per il ripieno
due arance (tarocco) bio
un limone bio
125 gr. di zucchero

per la meringa
3 albumi
125 gr. di zucchero


Preparazione:

Ho impastato velocemente gli ingredienti della frolla, l'ho avvolta nella pellicola e fatta riposare in frigo mezz'ora.

Nel frattempo ho affettato gli agrumi con la buccia ed ho tolto i semi. Li ho tritati (ho ottenuto 520 gr. di "frullato" ) ed ho aggiunto lo zucchero.

Ho ripreso la pasta sfoglia e, poiché non ho una teglia a cerniera adatta, l'ho stesa su un foglio di carta forno ottenendo disco di dimensioni maggiori che, ancora attaccato alla carta forno ho appoggiato in una teglia precedente imburrata, rivestendone il fondo ed i bordi.

Ho bucherellato la frolla con i rebbi di una forchetta, l'ho coperta con altra carta forno e riempita di fagioli secchi. Ho infornato a 190° (forno statico) per 20 minuti.

Intanto ho montato a neve gli albumi con lo zucchero.

Ho estratto la frolla dal forno, l'ho ricoperta con la purea di agrumi e poi con la meringa distribuita a ciuffetti con una sac a poche.

Ho infornato di nuovo a 190° (forno statico) per altri 15 minuti, e poi 25 minuti a 150° (forno statico). A metà cottura ho coperto con un foglio di alluminio per evitare che la meringa scurisse troppo.
A differenza della ricetta originale ho cotto altri 15 minuti a 150 ° (forno ventilato).

La meringa che pur esce completamente asciutta dal forno tende ad ammorbidirsi a mano a mano che la torta si raffredda.

Non resta che provare ad aromatizzare la meringa con il rosmarino !!


14 commenti:

arabafelice ha detto...

Era una torta...ne hai fatto una poesia.
Grazie di cuore per averla provata, ed anche per la super idea della meringa aromatizzata!!!!

Carla ha detto...

Ma che meraviglia questa torta! Non mi resta che provarla anch'io!!

Lo ha detto...

che meraviglia...ma quanta anima ci metti? :)

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Araba e Carla

ma a voi quale altro aroma verrebbe in mente per aromatizzare la meringa?

: )

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Lo

non so che rispondere : )))

Mariluna ha detto...

meraviglosa questa torta...ma non si brucia la meringa?....e volendo non si puo' far cuocere prima la purea e poi mettere la meringa e ripassare in forno solo per dorare la meringa come per la tarte au citron?...

Cmq la provo :)

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Mariluna

la meringa non brucia se si ha l'accortenza di coprirla a metà cottura con un foglio di alluminio.

E' interessante anche l'idea di cuocere a parte la purea di agrumi...anche mettendo un addensante quale l'amido di mais.

: )))

emilia ha detto...

Ciao, l'avevo vista anche io da Stefania.
Devo davvero provarla !
Buona giornata :-)

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Emilia

e poi non è per niente una torta dolce e stucchevole, ed una fettina piccola piccola va bene anche per chi sta a dieta...come noi !!!

Baci :)))

Sarah ha detto...

Che meraviglia, bravissima tu ed anche l'arabafelice :)

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Sarah

E' tutto merito di Araba : ))

arabafelice ha detto...

Il merito e' tuo, non mi risulta essere passata a casa tua ed aver cucinato...;-)
Per la meringa, invece, mi e' venuto in mente uno zucchero alla rosa che avevo visto a Roma l'anno scorso: essendo delicatissimo, profumerebbe leggermente senza alterare l'aroma generale.

@ Mariluna: la meringa non brucia, il tempo che passa in forno non e' lungo! Infatti la base viene cotta separatamente, e la purea in se' non necessita di uteriore forno.
Inoltre, dopo i primi minuti il forno viene abbassato.
Se proprio ti sembra scura, puoi usare l'alluminio come gia' suggerito da Zucchero & Cannella...che spero mi perdonera' l'intrusione! :-*

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Araba

Fai come se fossi a casa tua, non preoccuparti ! Anzi, a me fa piacere l'interattività dei commenti.

Questa cosa dello zucchero alla rosa mi sta suscitando una serie di collegamenti..per cui alla fine oltre che con rosmarino o rosa a me è venuta in mente anche la meringa aromatizzata al gelsomino.... come la granita siciliana di mellone (anguria)

: ))

arabafelice ha detto...

Mi sa che hai azzeccato la perfezione con il gelsomino...splendida idea!
E grazie ;-*