domenica 26 aprile 2009

Pioggia d'aprile


E' uno di quei giorni di pioggia di aprile in pianura in cui l'acqua cade senza far rumore dalla notte, alla mattina, al giorno dopo. E' pioggia silenziosa e se non fosse per le pozzanghere neanche ti ricorderesti da quanto tempo sta piovendo.

E' ancora stagione per un piatto caldo e si può rimanere in casa a sorvegliare la cottura....tanto fuori piove.


Zuppa di ceci e tagliatelle spezzettate

Ingredienti (per 4 persone)

400 gr. di ceci lessati e ben sgocciolati*
70 gr. di pancetta arrotolata tagliata a dadini
1 cipollotto fresco
1 costa di sedano
1 carota media
2 cucchiai di passata di pomodoro
1 cucchiaio di olio evo
2 pizzichi di semi di finocchio
qualche ago di rosmarino
1 litro d'acqua
200 gr. di tagliatelle secche (non all'uovo) spezzettate
sale q.b.

Preparazione:

In una pentola di terracotta mettere l'olio, il cipollotto, la carota ed il sedano tritati e la pancetta e lasciar rosolare a fuoco bassissimo.

Aggiungere la passata di pomodoro, gli aghi di rosmarino tritati, i semi di finocchio e l'acqua e lasciar bollire a fuoco vivace per 20 minuti.

Con il frullatore ad immersione tritare parte dei ceci (in modo da lasciarne una parte interi)
Mettere la pasta ed aggiustare di sale.
Impiattare e servire.


* Io metto in ammollo i ceci in sola acqua per 18 ore e poi li cuocio insieme ad una foglia di alloro per circa un'ora e mezza, senza renderli eccessivamente morbidi.
Per ceci ben cotti nella zuppa bisogna aggiungere meno acqua.

1 commento:

Gunther ha detto...

con questa tempo una zuppa con i ceci e pasta è quello che ci vuole! una bella idea