mercoledì 8 ottobre 2008

Ogni giorno ha la sua gioia



Ogni volto umano esige qualcosa da te, perchè non puoi fare a meno di capire la sua unicità, il suo coraggio e la sua solitudine (Marilynne Robinson, Gilead, Einaudi)

Domenica abbiamo festeggiato il mio 36esimo compleanno. Negli ultimi mesi sia per vicende di famiglia che di lavoro ho dovuto ripassare in rassegna il tempo vissuto.

Mi sento fortunata perché trovo dentro di me molta speranza e perché credo di star costruendo un mio equilibrio che non dipende dal lavoro o dalle parole degli altri.

Tutti soffrono e, nei casi migliori, la sofferenza purifica il cuore.

Io ho impiegato 36 anni per capire che ogni giorno ha la sua gioia.
Il dolce per il mio compleanno si è rivelato, per puro caso, una metafora sull'importanza di quello che abbiamo dentro ed il mondo non vede.

La ricetta è presa da un libro magico di dolci semplici (questo
qui); ho solo fatto delle piccole modifiche (quelle in parentesi)


Birthday Apple Pie ( Torta di mele del genetliaco)

Ingredienti:

per la pasta brisèe di L. e G. Laurendon:
250 gr. di farina 00
125 gr. di burro a temperatura ambiente tagliato a pezzettini
1 tuorlo
40 gr. di zucchero a velo
1 pizzico di sale
5 cl di acqua

per il ripieno:
1,2 kg di mele renette (mele royal gala)
il succo di un limone
3 cucchiai di cassonade* in polvere (zucchero di canna)
20 gr di burro per lo stampo
1 cucchiaino di cannella in polvere ( 1 e 1/2)
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata grattugiata
(2 manciate di pane grattugiato)
(zucchero a velo q.b. per la copertura)

Preparazione:

Versare il sale nell'acqua e farlo sciogliere. Setacciare la farina sul piano di lavoro disponendola a fontana. Mettere al centro il burro a pezzetti e impastare con la punta delle dita.
Con la pasta formare una palla; poi, creare una nuova cavità in cui versare il tuorlo, lo zucchero a velo e l'acqua salata.

Lavorare rapidamente l'impasto, arrotolare formando di nuovo una palla, avvolgerla nella pellicola e porre in frigo per almeno un'ora. (Se l'impasto fosse diventato troppo mordibo raccoglietelo aiutandovi con un cucchiaio o una spatola....poi il frigo lo renderà della giusta consistenza).

Nel frattempo tagliare le mele in quarti, sbucciarle e privarle della parte centrale con i semi, poi tagliarle a fette spesse e porle in una ciotola, irrorarle con il succo del limone ed unire lo zucchero di canna, la cannella, la noce moscata e lo zenzero. Mescolare bene.

Imburrare uno stampo di 22 o 24 cm di diametro e rivestirlo di carta da forno (la teglia imburrata fa aderire meglio la carta).
Con il matterello stendere due terzi della pasta su un piano di lavoro infarinato. Sistemarla nella teglia lasciandola fuoriuscire sui lati.

Bucherellare leggermente il fondo della torta con i rebbi di una forchetta, coprirlo con una manciata di pane grattugiato e disporvi le fette di mele speziate. Spolverare con un altro pò di pane grattuggiato.

Stendere il resto della pasta formando un coperchio per le mele. saldare bene con le dita i due strati della pasta. Fare alcuni fori che funzioneranno da sfiatatoio durante la cottura.

Infornare a 18o° per circa 35-45 minuti.
Il segreto di questo dolce è quello di assicurarsi che la base sia ben cotta, e quindi, può essere il caso di farla cuocere sul fondo del forno per gli ultimi 10 minuti.
Fare raffreddare , sformare e spolverizzare di zucchero a velo

* per i francesi la cassonade è uno zucchero di canna; per i belgi la cassonade è uno zucchero ottenuto dalla cristallizzazione di sciroppo di barbabietola (in Francia di chiama vergeoise). Gli autori del libro sono francesi :))

11 commenti:

ღ Sara ღ ha detto...

ma che bontà!! adoro le torte di mele...e questa mi sembra melosissssssima!!! buona buona!!

un bacione ^_^

ღ Sara ღ

@nn@ ha detto...

TANTISSIMI AUGURI ZUCCHERINA!!!!!!

(buonissima questa tua torta-metafora!;) )

Serena ha detto...

La Torta Metafora è perfetta per "rendere" l'idea: morbida e avvolgente all'interno, resistente e croccantina all'esterno, la "scorza" che ci si deve spesso imporre per affrontare il Mondo.
Tanti auguri, di cuore, che ogni giorno porti sempre la sua gioia e che tu possa rimanere sempre così "positiva" per percepirla ed apprezzarla.
Un abbraccio
Serena
P.S. il tuo commento alle mie "frattaglie" è stato bellissimo. Mi hai fatto piangere.
Grazie

Lo ha detto...

una persona che scopre che ogni giorno ha la sua gioia è speciale e rara! come sei bella! auguri

Mara ha detto...

ma ciaoooooo... c'è un messaggio per te nel mio blog...
Baci...
Pan di Panna

Anonimo ha detto...

Ciao, sembrerà incredibile, ma sono arrivata qui grazie ad un sogno che ho fatto nella notte tra martedì e mercoledì. Non ti sto a spiegare i dettagli, ma sono rimasta a bocca aperta leggendo questo tuo post che rispecchia esattamente il mio stato d'animo di questo periodo. E siccome sono alla disperata ricerca di risposte credo che da oggi ti seguirò anch'io. Buona giornata, M.

Sere ha detto...

ma che meraviglia questa apple pie!!

Vele/Ivy ha detto...

Tanti auguri, anche se in ritardo! E complimenti per la torta!!

mammadeglialieni ha detto...

auguri cara e la torta...semplicemente divina!

Zucchero & Cannella ha detto...

@ All

Grazie a tutte per i complimenti e gli auguri

:)

Chocolat ha detto...

Mi piacerebbe tu partecipassi al mio premio della buona azione per festeggiare i 100 post ! Chocolat
http://cookinginrome.blogspot.com/2008/10/100-good-deed-prize-il-premio-della.html