mercoledì 12 maggio 2010

Slowly cooking






Complice la pioggia (che non ci abbandona da una decina di giorni) ho passato una mezza giornata a sorvegliare e fotografare la cottura dell'arrosto nella mia slow cooker che è finalmente in funzione.
L'ho comprata l'autunno scorso ma la ciotola interna in coccio aveva delle piccole fessure che la rendevano inutilizzabile, allora Rita (la gentile signora sarda-toscana che me l'ha venduta) ha dovuto rispedirmi il contenitore interno.... per ben due volte., visto che nella prima spedizione mi è arrivato in pezzi.

Ho scoperto la slow cooker grazie a Coquinaria; la uso soprattutto per cuocere le carni che vengono esaltate dalle lente cotture, per farci il ragù e per cuocere i legumi (questi ultimi, però, vanno prima bolliti in modo tradizionale per una decina di minuti).
Ci ho anche cucinato un pollo intero aggiungendo solo del succo di limone e del rosmarino : )

Se avete letto fin qui senza sapere cos'è una slow cooker provvedo a dare qualche informazione.

La slow cooker (o crock pot) è una pentola elettrica costituito da un recipiente in ceramica o vetro adibito alla cottura dei cibi e contenuto a sua volta in un contenitore metallico che si riscalda e la cui temperatura è regolato da un termostato. Le temperature impostate, di solito, sono la high (intorno ai 90°) e la low (intorno ai 70°) ; il recipiente interno in ceramica accumula calore e permette una cottura a temperatura costante mentre il coperchio restituisce come liquidi il vapore che vi si condensa.
La cottura nella slow cooker avviene in tempi lunghi da un minimo di due o tre ore fino a otto o dieci ore. Il cibo all'interno non bolle se non sui bordi.

Qui è possibile scaricare una raccolta di ricette con la slow cooker tratte, appunto, da Coquinaria; nelle prime pagine vi è anche una piccola rassegna della storia della slow cooker. Per ogni altra informazione rimando a Wikipedia.

Con le giornate di pioggia può capitare che vi sia più luce del sole nel tardo pomeriggio che a mezzogiorno ed allora le foto non vengono un granché.

L'arrosto nelle foto è fatto ispirandosi alla ricetta dell'arrosto di vitello con crema di latte, noci e crudo di Barbara di Coquinaria.


Lonza al latte, prosciutto cotto e noci

Ingredienti:

1,2 kg di lonza
2 cucchiai di olio evo
1 cup di latte
una manciata di gherigli di noci
un po' di rosmarino, ginepro e chiodi di garofano tritati
100 gr. di prosciutto cotto
sale q.b.
qualche cucchiaio di amido di mais ( facoltativo)

Preparazione:

Far rosalare per bene la lonza nell'olio in una padella antiaderente e salare. Trasferire la carne nella slow cooker, aggiungere il latte, le noci ed il trito di rosmarino e spezie. Lasciare cuocere 4 ore su high.

Aggiungere il prosciutto cotto tagliato a listarelle e far cuocere un'altra ora.

Servire mettendo la lonza tagliata a fette su un piatto di portata e nappare con la salsa ottenuta frullando il restante contenuto della slow cooker ( eventualmente aggiungendo un po' di amido).

La carne risulta tenerissima e non serve quasi il coltello per tagliarla.


5 commenti:

Edith Pilaff ha detto...

Slurpissimo!Pensa che io ho uno slow cooker (trovato per strada,LOL!)e non l'ho mai usato(funge perfettamente,l'ho fatto testare dall'elettricista).Qiuesta e' la volta buona.....
Comunque uso spesso questo metodo,soprattutto con la pancia o la spalla di maiale,lasciandoli in forno anche tutta la notte.Ciao!

Alessandra ha detto...

O mamma, vuoi farmi morì? Questa lonza è bellissima e tenerissima! Sono rimasta impressionata da come si sfilaccia, nelle ultime foto...meraviglia!

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Edith

ti ho già detto che il titolo del tuo blog è il più esplosivo e illuminante che si potesse trovare ??

: ))

Riguardo al cuocere slowly come fai la cottura in forno ? Metti tutto in una pentola di coccio con coperchio e poi lasci cuocere a bassa temperatura ??

Aspetto i dettagli !!! :)))

Zucchero & Cannella ha detto...

@ Alessandra

Ebbene si la carne diventa morbida e non rinsecchisce !!

Aspettiamo che Edith Pilaf ci dia i dettagli della cottura slow nel forno tradizionale...così si può provare senza slow cooker

Baci !!

: )

arabafelice ha detto...

Ho scoperto la slow cooker tramite le mie amiche americane, ed inizialmente mi sembrava una follia cuocere un cibo tutta una notte, o lasciare l'attrezzo acceso in casa mentre andavano a lavorare.
Ma mi sono ricreduta dopo aver assaggiato i risultati...baci!