mercoledì 9 aprile 2008

Le parole giuste (1)



Ringrazio @nn@ per aver dato a questo blog il premio DiLibroInLibro e , anche, per averlo dato a Sardegna Ricordi di Ilaria.


Non sono sarda, anche se le vicende della mia famiglia sono legate in qualche modo a Cagliari. Mia mamma ed i miei tre fratelli hanno vissuto lì per poco tempo ma io non ci ho mai messo piede. Mio padre, però, da pendolare ci avrà tracorso, mettendo le settimane una dietro l'altra, circa dieci anni.

Ricordo che portava a casa del torrone bianco e tenero fatto con le noci in confezioni rettangoli di cartone decorate con fiori dai colori tenui.

Avevo sei anni e la Sardegna sembrava quasi un posto inventato.


Ho letto il blog di Ilaria; lei racconta la Sardegna e sta tessendo piano piano una rete fatta di immagini e di sapori per evitare che, da così lontano, dimentichi la terra alla quale appartiene.

Perchè è il posto dove si è passata la propria infanzia l'unico posto che si può definire la propria terra ed il luogo al quale si appartiene.


La mia terra è in campagna ma poco lontano dal mare, tra Napoli e Salerno; lì ancora ci sono d'estate, nella mia memoria, i filari di pomodori che percorrevo.


Mio marito mi aveva chiesto per Pasqua un pane ripieno tipico della mia terra, anche se non della tradizione pasquale della mia famiglia. Per realizzarlo ho scelto una ricetta un pò alleggerita.


Quasi un casatiello

Ingredienti:

300 gr. di farina 0
300 gr. di farina 00
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
250 gr. di latte
100 gr. di burro
2 cucchiaini colmi di sale
1 cucchiaino raso di zucchero
pepe a piacere

per il ripieno:
300 gr. di salame napoletano tagliato in piccoli cubetti
300 gr. di formaggio tipo provolone piccante tagliato in piccoli cubetti
150 gr. di parmigiano grattuggiato

Preparazione:

Per impastare ho utilizzato la macchina del pane. Ho inserito le farine, il latte, il lievito, sale, zucchero e pepe e impostato il programma per l'impasto. Ho preso, poi, la pasta ottenuta e l'ho messa in una ciotola grande ( coperta con la pellicola) e lasciata lievitare per circa due ore in un luogo tiepido.

Dopo la lievitazione l'ho lavorata appena e l'ho stesa sulla spianatoia formando un rettangolo con le basi molto lunghe rispetto ai lati. Ho ricoperto il rettangolo con il salame ed i formaggi, l'ho arrotolato ed ho messo a lievitare per circa 40 minuti il cilindro ottenuto in una teglia per ciambelle rivestita di carta da forno.

Ho spennellato la superficie con del latte ed ho infornato a 180° nel forno statico per circa 40 minuti.

Ed adesso non resta da spiegare cos'è il blogpremio DiLibroInLibro citando il blog che l'ha lanciato
6e3dd6f97015a31aff60c0123b276b09.jpg

Un modo semplice per premiare tutte quelle persone che hanno qualcosa da dire smettendo quindi di essere spettatori passivi. DiLibroinLibro- ma anche DiPensieroinPensiero- o di idea in idea-per chi ama condividere pensieri,esperienze,passioni,Speranze..Insomma un Blog...

REGOLAMENTO:
Questo premio non vuol'essere un famelico scambio link. E' per questo motivo che ogni BlogAutore che lo riceverà potrà a sua volta premiarne soltanto altri 2..DUE..Blog..Dovrete semplicemente dare una motivazione al premiato. Sono esclusi tutti quei blog che si occupino di pedofilia-razzisti-offensivi-e altra spazzatura varia... Il premio verrà ritirato su
questa pagina (non vi sono vincoli sul posizionamento lo potrete inserire dove vi è più consono )Quando si sarà accettato il Premio ed esposto sul proprio Blog si prega di segnalarcelo tramite commenti
indicando il link di chi vi ha premiato e naturalmente il vostro appena premiato..(
solo questa pagina farà fede per i Blog Premiati).
Dopodiché a vostra volta potrete premiare i vostri 2 Blog lasciando al ricevente una motivazione-pregandolo di inserirvi anche il regolamento.

(CONTINUA...)

9 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

ottimo mi sembra se non sbaglio parente stretto del casatiello o no? ottimo buona giornata

marcella candido cianchetti ha detto...

mi accorgo di non aver letto che già dicevi quasi casatiello ,x mi sono tuffata subito sulla ricetta volevo segnalarti che cliccando su continua non procede ,ero interessata x non conosco di cosa si tratta ciao

Zucchero & Cannella ha detto...

Ciao Marcella, il CONTINUA si riferisce al prossimo post... che non ho ancora scritto :)

marcella candido cianchetti ha detto...

grazie ciao

@nn@ ha detto...

wow! ...ma allora sei anche tu un po' sarda! ...ma sai che allora siamo doppiamente "parenti"? si, perchè io sono una sarda ...meticcia;) dato che mio padre era un "continentale", figlio di un rietino (ma di origini abruzzesi ...che DNA complicato che mi ritrovo!) e di una napoletana! ...la mia spiccata propensione per la sceneggiata credo mi venga proprio da nonna Giovannina:*

Lo ha detto...

complimenti per il premio....e anche per il bel racconto che parla di te...il quasi casatiello è spettacolare!!

Cannelle ha detto...

Che coincidenza!!!!Ne ho fatto uno ieri anch'io con salame Napoli, provolone e parmigiano!Adoro il casatiello, me l'ha fatto conoscere una mia cara amica di Napoli ma la ricetta è un po' più ricca perciò io,come te, l'alleggerisco.E' buonissimo!!!!Ciao e buona domenica.
Anch'io ho una bambina vuoi vedere la torta per il suo 6° compleanno?Ti aspetto.

Cannelle ha detto...

Appena aggiorno i links ti inserisco anch'io.Baci

Geillis ha detto...

che bello, questa ciambella salata!
Ho già fatto il plumcake al groviera, questo lo proverò alla prossima cena!